Onde d'urto

Impulso acustico ad alta intensità

A cosa serve?

Al trattamento delle tendinopatie inserzionali e/o calcifiche

Questo tipo di onde acustiche a bassa energia non vengono focalizzate su una specifica area dell’organismo, ma si irradiano lungo una vasta superficie da trattare superficialmente.  sono pensate per non danneggiare i tessuti circostanti alla parte da trattare.

Le onde d’urto radiali con la loro azione meccanica riescono a stimolare delle azioni biologiche utili a eliminare dolori, infiammazioni e problematiche a livello:

  •       tendineo;
  •       muscolare.

In particolare, hanno un effetto antinfiammatorio ben studiato, in questo modo agiscono anche come sostegno antidolorifico e permettono di contrastare efficacemente le formazioni di edemi e gonfiori.

Infine, stimolando la circolazione e la microcircolazione dei vasi sanguigni, le onde d’urto radiali aiutano anche a riparare tessuti. 

È bene tener presente che i processi stimolati e che producono un processo di guarigione naturale richiedono alcune sedute: le onde d’urto così generate, grazie all’azione meccanica, agiscono sui tessuti danneggiati e infiammati favorendo anche la neoformazione di vasi sanguigni.

Le onde d’urto radiali sono indicate per:

  •       epicondilite del gomito;
  •       tendiniti croniche;
  •       tendinopatia del tendine d’Achille;
  •       fascite plantare;
  •       cellulite;
  •       linfedema cronico (per la stimolazione della guarigione delle ulcere cutanee);
  •       tendinopatia trocanterica con calcificazioni;
  •       tendinopatia calcifica della spalla;
  •       tendinopatie del ginocchio;
  •       dolore miofasciale;
  •       contratture muscolari;